Le Meraviglie dell’Impero di Mezzo a Tavola

I segreti più reconditi e le mille curiosità dell’autentica cucina cinese nel volume “Cucina Cinese” di Ross Dobson, stampato da Guido Tommasi Editore.

200
Anatra Laccata alla Pechinese by Lisa Linder

Il libro “Cucina Cinese” di Ross Dobson è la via principale per avvicinarsi alla cucina cinese e scoprirne gli ingredienti fondamentali, le tecniche di base e i piatti più rappresentativi: i ravioli ripieni di maiale e di morbidi gamberetti, i croccanti involtini primavera, l’anatra laccata tradizionale, le ricette per preparare gustosi noodles o il riso. Grazie a questo volume saprete come trasformare senza difficoltà un semplice pasto in un trionfo della gastronomia cinese.

Le otto grandi cucine regionali cinesi

In genere, in Occidente, i ristoranti cinesi propongono una versione abbastanza uniforme della cucina cantonese, mentre invece sono otto le grandi cucine regionali cinesi: Canton, capoluogo della provincia del Guangdong, regione che comprende Hong Kong e una parte della Cina continentale, poi l’Anhui, il Fujian, lo Hunan, lo Jiangsu, lo Shandong, il Sichuan e lo Zhejiang.

 

Benché diverse, queste cucine hanno elementi comuni. Ogni regione si caratterizza tuttavia per una combinazione specifica di ingredienti e tecniche di cottura con differenze a volte minime e altre più rilevanti.

Nelle regioni fredde e confinate del nord, si consumano maggiormente l’agnello e il grano (sotto forma di noodles e di pane). Più a ovest le spezie usate in India e in Medio Oriente, come il cumino e il pimento essiccato, sono utilizzate per profumare l’agnello e il manzo. La carne speziata viene poi infilzata sullo spiedo, come il kebab, quindi grigliata o cotta sul barbecue.

La provincia meridionale dello Hunan, che ha dato i natali al presidente Mao, è famosa per la carne brasata con salsa ambrata alla soia scura e aromatizzata con badiana e cannella. II maiale Hong Shao, chiamato anche “maiale brasato di Mao”, era il piatto preferito del presidente, al quale si deve parte della sua fama.

Nelle regioni nord-orientali il cibo è detto “cucina della corte imperiale”. Siamo nella patria dell’anatra laccata alla pechinese, finemente tagliata in modo da dare a ogni fetta il giusto equilibrio tra pelle, grasso e carne. Le fette sono avvolte in crespelle sottilissime con cetriolo croccante e cipollotto.

Ravioli con Maiale e Gamberetti

 

Pepe di Sichuan e Fagioli Neri

Il Sichuan, famoso per il pepe, si caratterizza per il sapore detto ma la, che significa “torpore e calore”: il torpore è prodotto dal pepe di Sichuan e il calore dall’uso intenso di pimento essiccato. Anche l’olio e i semi di sesamo sono tipici di questa cucina.

Nelle province della costa orientale, invece, gli ingredienti principali sono i fagioli neri salati, la salsa hoisin e la salsa di prugne. Lo zenzero fresco, l’aglio e il cipollotto sono i tre ingredienti fondamentali per insaporire i piatti preparati nel wok. L’elevato livello sonoro dei cuochi è considerato garanzia di una buona cucina.

 

A livello di curiosità, uno dei punti in comune delle diverse cucine regionali è il nome spesso immaginifico ed enigmatico attribuito alle portate. Chissà quale piatto delizioso si nasconde dietro un nome intrigante come “Formiche che salgono su un albero” o “Polpette testa di leone”. “Mangiare bene significa raggiungere il cielo”, dice un adagio cinese. Come ogni altro elemento, il simbolismo fa parte della tradizione culinaria e il nome attribuito a un piatto gli conferisce dunque un significato superiore. Buona lettura.

Le foto dell’articolo sono di Lisa Linder e sono tratte dal volume.

 

Cucina Cinese di Ross Dobson

Fotografie di Lisa Linder

Guido Tommasi Editore

18,5×27 cm – 224 pagine

30 €

 

 

www.guidotommasi.it

Lamberto Mazzotti