MED, un ricettario alla scoperta dei sapori del Mediterraneo

L’inglese Claudia Roden è l’autrice di una raccolta illustrata di stuzzicanti esperienze gastronomiche lungo le sponde del mare nostrum, da Beirut a Marsiglia, passando per Alessandria, Atene e Genova.

88

Pioniera del food writing, Claudia Roden, autrice di MED, Un Ricettario, nuova raccolta di ricette di Guido Tommasi Editore, condivide, nel bel volume illustrato, una vita di storie e scoperte, e mostra i tanti e variegati sapori del Mediterraneo attraverso il cibo semplice e intriso di sole. Ci fa così conoscere la bontà dell’olio d’oliva, della melassa di melagrana e dell’harissa alla rosa, rivoluzionando il nostro approccio agli ingredienti e alla cucina.

Un ricettario lungo il Mediterraneo

Il volume è la sintesi di un lungo viaggio lungo le sponde del mare nostrum, ricco di nuove emozioni e denso di ricordi, come l’arrivo ad Alessandria, la città dell’infanzia dell’autrice, un luogo di libertà e piacere, al pari di Marsiglia e Barcellona, Genova, Atene e Algeri, Beirut e Tangeri: tutte legate al mare, quale centro di fervida attività sociale e commerciale.

Per Claudia Roden la gastronomia diventa un elemento fortemente catalizzatore con una ricchezza e una pluralità di espressioni davvero uniche. Nel suo viaggio, ogni luogo propone la propria cucina e piatti inimitabili, che variano dalla città alla campagna e da un paese a un altro, ma legati tutti da un elemento comune, quale il clima piacevolmente temperato, che favorisce le produzioni agricole e invita a mangiare all’aperto.

Il trionfo di legumi, frutta e cereali

Nei mercati popolari e nelle ricette di MED troviamo quindi le stesse verdure, gli stessi legumi e cereali, la stessa frutta, oltre, ovviamente, a montagne di olive. La carne è quella tipica di agnello, ma anche di capra, pollo e coniglio, con l’aggiunta del maiale nei paesi cristiani.

Dovizia di particolari e affinità culinarie

Con grande dovizia di particolari, l’autrice descrive gli ingredienti, ma anche gli stessi utensili: pentole di terracotta da mettere sotto sul fuoco, mortai e pestelli, spiedi, gli stessi forni a legna all’aperto. Nel sua ricerca gastronomica, ha trovato anche tante affinità e similitudini culinarie: la brandade di merluzzo sotto sale della Provenza è uguale al baccalà di Venezia e al bacalao della Catalogna. Il pollo si cuoce con l’uva in Spagna come in Toscana. Gli stufati di polpo greci sono come quelli provenzali. Ci sono purè di melanzane e di fave e anche omelette di verdure e verdure ripiene, dolci di riso e di mandorle, salse addensate con il pane, pinoli o noci.

Si tratta di una gastronomia variegata e saporita, dove il sugo di pomodoro, le olive e l’aglio sono gli ingredienti più caratterizzanti di questa cucina mediterranea stuzzicante e… irresistibile.

Godiamoci appieno questo ricettario del Mediterraneo, redatto con grande cura e passione, che emana il profumo dell’aglio e del coriandolo pestato, l’aroma dello zafferano e della scorza d’arancio, dell’olio d’oliva e dell’anice.

 

Claudia Roden è una grande scrittrice di cibo: nata nel 1936 al Cairo da un’importante famiglia di mercanti siriano-ebrei, emigrati da Aleppo nel secolo precedente. Fino a quindici anni è vissuta in Egitto, poi, nel 1951 si è trasferita a Parigi per motivi di studio. Tre anni dopo è arrivata a Londra per studiare pittura alla St. Martin’s School of Art.

Qui ha cominciato a collezionare ricette di cucina mediorientale: era un modo per preservare la cultura gastronomica della comunità ebraica e degli amici arabi. I suoi numerosi libri di cucina uniscono letteratura e ricette, riflettendo quel desiderio mai sopito verso una cultura gastronomica e comunitaria andata perduta.

 

MED – Un Ricettario

di Claudia Roden – Fotografie di Susan Bell

320 pagine in formato 19,5 x 25,5 cm

€ 35

Lamberto Mazzotti