Riccardo Parisio, originale oste d’Altan, da Bologna a Riccione

Prima Bevabbè, ora Soccia: le avventure imprenditoriali un po’ scapigliate di un bolognese nel cuore della Romagna più modaiola.

903

Riccardo Parisio, un bolognese in Romagna: poche parole che racchiudono una filosofia, un progetto e uno stile di vita, che qui a Riccione, capitale dell’Adriatico più modaiolo, hanno trovato piena attuazione.

La scelta di aprire a Riccione

Ironico, schietto, anticonformista, il tutto condito con un pizzico di inguaribile romanticismo, Riccardo è uomo di scelte nette e senza compromessi: dopo molte esperienze in Italia e Estero, nel 2013 decide di lasciare il lavoro di ristrutturazione e vendita di edifici industriali e loft per intraprendere il mestiere dei suoi sogni, l’oste, e si trasferisce nella meta favorita delle sue vacanze estive d’infanzia.

Dopo cinque anni dall’avvio del primo locale, il Bevabbè, Riccardo ha completato ora il proprio percorso di cultura del buon cibo e del buon bere, condito da una buona dose di sana “bolognesità”, dando vita a una contemporanea bottega d’altri tempi: Soccia. Alimentari – Panino e Vino.

Dal cocktail bar a Soccia

Il primo locale è un cocktail bar, dove la passione per il design e l’oggettistica originale trovano giusto equilibrio in un ambiente di grande suggestione, capace di intercettare gusti e di anticipare le tendenze.

Nel corso degli anni Bevabbè allarga la propria gamma di servizi, inserendo dei piatti che accompagnano la grande offerta di drink.
È pieno di oggetti d’epoca, vignette e messaggi ironici, che rispecchiano la personalità simpaticamente istrionica di Riccardo, che richiama, nei suoi racconti un po’ nostalgici, le avventure dei vecchi “biasanot” bolognesi sulle coste romagnole.

Il regno di Mattia Pannone

Un ricordo sfumato d’Antan che oggi si fonde con la giovane, rumorosa clientela che affolla di giorno e di sera il locale a due passi da viale Ceccarini e dal lungomare. Qui nascono le creazioni del bartender Mattia Pannone, l’artista dello shaker dalla fantasia alcolica travolgente, che unisce la sua arte del mix ad una cantina ricca di bottiglie d’annata e pezzi unici da collezione, da Hibiki a Yamazaki, da Macallan a Higlandere.

La ricerca costante di sempre nuovi prodotti italiani d’eccellenza è la molla che prima ha fatto nascere una solida rete di contatti e poi è sfociata nella nascita, solo un mese fa, di Soccia. Alimentari – Panino e Vino, il tipo di negozio di generi alimentari che ha sempre caratterizzato la spesa degli italiani, a partire dai salumi e formaggi, fino ai sottoli, alle paste e ai vini Triple A.

Prodotti d’eccellenza per buongustai

“Soccia nasce dalla voglia di lasciare il segno e far conoscere al mondo tutti quei prodotti che meritano di avere un loro spazio di promozione e vendita – spiega Riccardo – nel nuovo locale si potranno trovare, infatti, alcune delle migliori interpretazioni dei grandi classici italiani, come il Prosciutto Sant’Ilario 30 mesi, o il cotto di Branchi, uno dei top di gamma del Parmense. Saranno proposti anche salumi extra emiliani che arriveranno dalla salumeria Anzuini, la più antica di Firenze, mentre continua la nostra collaborazione con Marcello Palmieri, produttore della squisita mortadella “La Favola”.

Mattia Pannone, bartender all’opera

“Per completare il tagliere bolognese – prosegue il patron – un bello spazio sarà lasciato anche ai formaggi di Emilio Spada, produttore di origine sarda di Sassocorvaro nelle Marche, con il suo celebre pecorino semi stagionato, accompagnato dal San Giorgio. Non poteva mancare il re dei formaggi, rappresentato qui da Hombre, il Parmigiano Reggiano bio del modenese Panini (lo stesso delle famose figurine)”.

La filosofia di Riccardo

“Quando ho aperto il Bevabbè – conclude Riccardo – il mio sogno era quello di diventare uno degli osti bolognesi che avevo tanto amato nella mia giovinezza: avere il mio locale, godermelo con gli amici, assaggiare nuovi prodotti e nuovi vini, e imparare il mestiere, anche sbagliando. Oggi con Soccia dò un senso alla mia innata curiosità enogastronomica con l’obiettivo di farlo diventare importante punto di ritrovo per tanti piccoli artigiani che sono interessati a produrre cibo di qualità in alternativa alla grande distribuzione”.

Vita notturna al Bevabbè

Tanti auguri per la nuova impresa, caro Riccardo; l’innata curiosità e la grande passione che ti contraddistinguono, unite alla tua bonarietà da “oste d’altri tempi”, non mancheranno di conquistare locals e frequentatori della tua Riccione.

 

Soccia – viale Filippo Corridoni 37, Riccione

Bevabbè – viale Filippo Corridoni 28, Riccione

 

Lamberto Mazzotti