Bologna apre alla grande cultura con Frida Kahlo

Dal 30 Ottobre, Bologna ospita nella splendida cornice di Palazzo Belloni la mostra originale e intima dell’artista più amata in Messico.

154

Palazzo Belloni riapre i propri spazi di Bologna con “Frida Kahlo – The Experience”, una rassegna innovativa e di grande spessore culturale, che si immerge nell’insolito mondo dell’artista messicana per arricchire l’offerta edutainment “sotto le due Torri”.

La mostra fotografica ed esperienza multimediale, organizzata dalla torinese Next Exhibition, è una tappa di visita importante per gli amanti dell’arte e della cultura di inizio XX secolo attraverso le immagini più intime e private della Kahlo. Si tratta di un viaggio emozionale per conoscere la donna, viverla e comprenderne l’essenza, la sua forza, il suo coraggio, il suo talento e il suo immenso amore.

 

Un intenso percorso nella vita di Frida

Un intenso percorso ricostruisce ambienti, abiti e monili amati da Frida, proiettando il pubblico in una dimensione realistica della vita dell’artista e della donna.

L’esposizione di Bologna presenta la vita di Frida Kahlo caratterizzata da una difficile condizione fisica e al tempo stesso dalla forte capacità di reazione e resilienza di fronte alle avversità. Frida ha saputo trasformare la sua immobilità in opportunità e la sua sofferenza in un’energia che l’ha resa una vera icona del mondo contemporaneo.

 

Una selezione unica e intima di fotografie

Il percorso indaga tutte le fasi della vita dell’artista attraverso una selezione unica, appassionante e rivelatrice di fotografie: l’infanzia, seguita dalla giovinezza, dove manifesta la sua ribellione vestendosi con abiti da uomo, l’incontro con l’amore della sua vita – Diego Rivera – fino alla sua prematura morte.

Nel percorso sono presenti anche le ricostruzioni degli ambienti più cari all’artista: la camera da letto e lo studio di Casa Azul a Coyoacan, un sobborgo di Città del Messico: gli spazi in cui nacque e crebbe lo spirito indomabile di Frida.

L’esposizione di abiti e monile tradizionali

A completare l’ambientazione sono in esposizione abiti e monili e le riproduzioni di quanto indossato da Frida. La pittrice esprimeva sé stessa attraverso accessori di ispirazione etnica e tribale e un abbigliamento colorato. Quest’ultimo aveva una funzione essenziale nella costruzione e nella cura dell’immagine dell’artista e si adattava alle sue esigenze; in risalto le gonne lunghe e caratteristiche che Frida usava per coprire la gamba destra, più sottile della sinistra a causa della poliomielite contratta a sei anni.

La mostra rimane chiusa nei giorni di lunedì e martedì.

 

www.fridakahlotheexperience.com

Lamberto Mazzotti