Tagliatelle da Urlo nel regno del Rugby e del Tarocchino

Visita “fuori programma” al Centro Sportivo Barca di Bologna per assaggiare al Sottosopra di Katia e Ivan una delle migliori tagliatelle casalinghe della città.

41

Sabato interamente dedicato all’arte con visita ad Arte Fiera e alle gallerie cittadine che aderivano ad Art City Bologna.  Ma, dopo una simile “sbornia” di fashion e di emozioni visive, anche il palato… esigeva la sua parte.

 

Alla Barca le migliori tagliatelle?

Qualche tempo fa l’amico Franco – forse in relazione alla mia recente ammissione tra gli Apostoli della Tagliatella – mi aveva provocatoriamente accennato alle migliori “tagliatelle alla bolognese” della città per di più in una location assolutamente originale e sconosciuta ai gourmet perennemente in cerca di novità gastronomiche. Eccoci quindi in marcia verso il Centro Sportivo Barca di via Raffaello, dove al Sottosopra, abitualmente frequentato da rugbisti e amanti del tarocchino bolognese, ci attendeva un’esperienza alimentare… da ricordare.

Qualità e quantità alla pari

Per arrivare subito al sodo, Katia e Ivan, i simpatici gestori del locale, ci hanno fatto gustare delle squisite tagliatelle al ragù in quantità… da camionista. Dopo questa scorpacciata di pasta all’uovo, rigorosamente tirata a mano, io non ho potuto rifiutare un piccolo assaggio di arrosto di vitello, mentre Franco, con una faccia tosta pari allo stomaco, ne ha ordinato un altro piatto, il tutto innaffiato da un eccellente lambrusco reggiano.

Un’accurata analisi sensoriale

Pur appannato dall’incipiente funzione digestiva, ho valutato con attenzione le bionde tagliatelle e ne ho stilato un’accurata analisi sensoriale: la pasta, ben cotta, era dello spessore giusto, anche se leggermente più stretta delle canoniche dimensioni ufficiali, mentre il sugo, quasi marrone per la lunga cottura a fuoco lento e per il sapiente uso del triplo concentrato risultava perfetto al palato, così come la carne, tagliata a coltello.

Il giudizio sulle tagliatelle del Sottosopra è quindi ampiamente positivo, tanto da proporre, quanto prima, una visita ufficiale agli Apostoli della Tagliatella al gran completo.

Lamberto Mazzotti

Nato a Russi di Romagna, Lamberto Mazzotti ha sempre nutrito una grande passione per la comunicazione, che ha messo in pratica in 40 anni di giornalismo attivo al Centro Stampa di Bologna.
Specialista d’informazione agro-alimentare, dal 2017 Lamberto Mazzotti si occupa, come consulente ed esperto, di comunicazione e cultura del cibo per importanti soggetti imprenditoriali e redige articoli e reportage per riviste di gastronomia e turismo.
Lamberto Mazzotti